Ambulanza a 4 zampe, ora è realtà

| CURIOSITA'

emergenze veterinarieNasce il primo 118 veterinario, e il merito è della Federazione Italiana Emergenze Veterinarie (FIEV http://www.fievitalia.it), un insieme di varie associazioni di volontariato operanti a livello locale, il cui presidente nazionale è Claudio Simonini.

L’obiettivo è quello di essere il punto di riferimento per la creazione di un unico “modus operandi” a livello nazionale, attraverso la formazione del personale a bordo delle ambulanze e creando una struttura democratica volta alla tutela degli animali sia nella prevenzione sia nel soccorso d’urgenza. Lo scopo è di riconoscerne il diritto alla cura e alla tutela in ogni luogo ed in ogni momento.

Nata nel Giugno 2013 come FIAV e diventata nel Marzo 2014 FIEV, l’associazione conta, ad oggi, 308 volontari a livello nazionale e ben 14 ambulanze dislocate in tutto il territorio e 17 mezzi tecnici per la Protezione Civile.

Fra le città dotate di ambulanza a quattro zampe e quindi di servizio di primo soccorso: Pordenone, Milano, Como, Savona, La Spezia, Massa Carrara, Firenze, Cagliari, Lecce, Caltagirone e Salerno.

Mentre stanno per partire: Varese, Verona, Pavia, Imperia, Monte Rotondo (Roma), Pescara, Palermo.

Anche se nella vostra città non è prevista un’ambulanza veterinaria, sarà cmq possibile chiamare il numero unico nazionale 199 302 118 e verrete connessi ad un operatore che prenderà in carico la segnalazione e contatterà le autorità di competenza territoriale o vi guiderà verso il centro d’emergenza più vicino.

Il numero in questione non è un numero verde, per ora, perciò vi costerà come una normale telefonata, ma il più delle volte l’operatore vi ricontatterà a carico dell’associazione.

In quali casi è possibile richiedere il soccorso del 118 veterinario e quanto costa?

Lo abbiamo chiesto direttamente al presidente Simonini (anch’egli proprietario di un bellissimo carlino!), in un’intervista esclusiva per il nostro blog:

E’ possibile richiedere il servizio di primo soccorso veterinario qualora vedeste un animale ferito in strada, che sia esso un cane o di qualsiasi altra specie, o se aveste bisogno di un soccorso urgente per il vostro animale o, più semplicemente, se necessitaste di un servizio di trasporto specializzato per il vostro amico a quattro zampe. Sulle ambulanze il personale si occuperà di stabilizzare le condizioni dell’animale ferito fino all’arrivo al centro di soccorso. Ogni associazione è autonoma, perciò anche i costi variano a seconda della città. Ad esempio, per la città di Pordenone, si va su offerta libera, mentre a La Spezia il costo del soccorso per gli animali randagi è a carico dell’asl

Nella legge 217 presente in gazzetta ufficiale 289 del dicembre 2012 che introduce le ambulanze veterinarie, si fa cenno all’omissione di soccorso verso un animale ferito.

Quindi, se vedete un animale randagio ferito ora avrete non solo l’obbligo morale ma anche quello civile di contattare i soccorsi chiamando il numero 199 302 118.

Abbiamo appena iniziato - spiega il presidente nazionale Claudio Simonini - ma contiamo di offrire il servizio a tutti i cittadini su tutto il territorio nazionale. Ancora una volta in Italia, le associazioni di volontariato arrivano laddove la burocrazia ha iter e processi ancora troppi lunghi. Ma qualcosa sembra muoversi, recentemente la direttrice del dipartimento della sanità veterinaria del ministero della salute, Gaetana Ferri, ci ha contattati per cercare di ampliare il nostro progetto

Chiunque può diventare volontario sulle ambulanze a 4 zampe?

Certamente. Anche se non vi è l’obbligo di formazione del personale a bordo delle ambulanze, consigliamo a chi volesse intraprendere questa strada, di seguire il nostro corso di primo soccorso della durata di 8 ore

Questi corsi sono presenti in diverse città, se voleste iscrivervi, anche solo per curiosità personale, il costo è di 39 euro e vi verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Per le date basterà tenersi aggiornati sulla pagina Facebook della Federazione Italiana Emergenze Veterinarie

Se, invece, fate parte di un’associazione e siete interessati ad istituire un’ambulanza veterinaria nella vostra città, vi basterà contattare la FIEV nella sua sede legale di Massa Carrare inviando una mail a presidenza@fievitalia.it .

Di quale attrezzatura deve disporre un’ambulanza veterinaria?

Le ambulanze veterinarie non sono altro che vecchie ambulanze dismesse che vengono adibite al carico di animali mediante l’introduzione  gabbie all’interno. Le nostre ambulanze di Massa Carrara dispongono di barella, museruola, strumentazione per la medicazione, maschere per l’ossigeno, teli porta feriti, termometro, ghiaccio istantaneo e pulsiossimetro veterinario, cioè la classica molletta per dito che invece si mette ad orecchie o lingua per misurare la frequenza cardiaca e monitorare l’ossigeno nel sangue

1544545_1477246519192000_4036546016442580764_n

Se anche voi volete contribuire alla nascita e al mantenimento delle ambulanze veterinarie, potete fare una donazione alla FIEV mediante il conto corrente postale 1007035676 intestato a Croce Oro Massa Carrara Onlus indicando nella causale: DONAZIONE PER FIEV ITALIA.

Per una corretta informazione diffondete sui social network il volantino qui sotto che aiuterà chi si dovesse trovare difronte ad un animale ferito.

pronto soccorso veterinario

2 Comments

2 Commenti on Ambulanza a 4 zampe, ora è realtà

  1. Maria Messina
    24 maggio 2015 at 20:55 (2 anni ago)

    Se volessi privatamente istituire il servizio di 118 anche nella mia città e magari collaborare poi in seguito col comune da dove dovrei iniziare e più o meno quanto capitale bisogna impegnare faccio già parte di un associazione di volontari e presto diventerò guardia zoofila. Mi piacerebbe ovviamente anche partecipare ad un dei vostri corsi.Grazie anticipatamente

    Rispondi
    • Simona
      25 maggio 2015 at 9:18 (2 anni ago)

      Se è interessata ad istituire un’ambulanza veterinaria nella sua città, deve contattare la FIEV nella sua sede legale di Massa Carrara inviando una mail a presidenza@fievitalia.it , loro sapranno rispondere a tutte le sue domande.

      Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>