Carlini e malassezia, come affrontarla

| CURA

Carlini e malassezia

Pachydermatis Malassezia è un lievito che si trova comunemente in alcune zone della pelle dei cani e nelle loro orecchie. La sua normale presenza non è un motivo di allarme, tuttavia, in alcuni casi, se la sua presenza e la sua distribuzione aumentano in maniera significativa, può causare la malattia.

Ci sono diverse razze di cani che sembrano avere una maggiore suscettibilità a sviluppare infezioni da Malassezia ed il carlino è uno di queste.

CAUSE

La Malassezia è un organismo opportunista. Questo significa che il lievito si avvale della possibilità di crescere quando le condizioni sono favorevoli. Le infezioni da Malassezia appaiono spesso durante i mesi di alta umidità dell’estate e possono persistere nel tempo.

Qualsiasi malattia ereditaria o infettiva che indebolisce il sistema immunitario del cane può consentire l’inizio della Malassezia.

Alterazioni dell’ecosistema cutaneo, trattamenti antibiotici prolungati, malattie del sistema immunitario, allergie e intolleranze alimentari, squilibri ormonali e ambiente caldo/umido creano le condizioni adatte che permettono al lievito di moltiplicarsi in maniera eccessiva e causare la malattia.

SINTOMI

L’infezione da Malassezia si manifesta ad ogni età. Il sintomo principale è il prurito cronico, accompagnato da arrossamenti, aree di pelle untuosa e maleodorante, localizzate comunemente in alcune parti del corpo:

  • orecchie
  • pieghe del muso e pieghe cutanee
  • in mezzo alle dita
  • zona anale
  • ventre e schiena

I cani con infezioni al muso possono strofinarlo e grattarlo insistentemente con le zampe o contro tappeti e superfici ruvide.

I cani con infezioni fra le dita delle zampe possono leccarsi i piedi costantemente provocandosi ferite ulteriori, arrossamenti, pelle rialzata.

Nei casi più gravi può verificarsi la perdita del pelo, arrossamenti, iperpigmentazione (annerimento della pelle), e l’ispessimento della pelle.

malassezia pugLe infezioni dell’orecchio o otite esterna, è il più delle volte una infezione mista che coinvolge il lievito, come la Malassezia, un batterio e, a volte, acari dell’orecchio. Se si sviluppa un’infezione nell’orecchio, il cane può scuotere la testa e grattarsi incessantemente, spesso le orecchie mostrano un cerume molto intenso e scuro e un cattivo odore.

carlini e malasseziaVi è anche una forma “secca” dell’infezione, caratterizzata da scaglie giallastre e cerose, localizzata più spesso all’ingresso dell’orecchio e negli spazi interdigitali.

DIAGNOSI

La diagnosi di dermatite da Malassezia si ottiene con l’esame clinico e con esami collaterali, l’esame citologico e la coltura micotica. Con l’esame citologico un po’ di materiale viene prelevato dal condotto uditivo o dalla superficie cutanea, passato su un vetrino, colorato ed esaminato al microscopio. La coltura micotica permette di confermare gli esiti dell’esame citologico o l’ipotesi di un’infezione, nel caso che l’esame citologico sia risultato negativo. Un campione di materiale prelevato dalla cute viene messo in coltura per due o tre giorni, in attesa che cresca il lievito.

TERAPIA

Poiché l’infezione da Malassezia spesso è una conseguenza di una malattia sottostante, è importante identificare e trattare questa malattia concomitante. A questo scopo il veterinario può scegliere ad esempio di somministrare antibiotici, antimicotici, eseguire test ormonali, prescrivere diete ipoallergiche o eseguire test allergici intradermici.

Come terapia dell’infezione da Malassezia in sé è possibile somministrare dei farmaci per bocca e/o eseguire degli shampoo medicati una/due volte alla settimana per almeno un mese, seguendo le prescrizioni del veterinario curante.

Spesso se la terapia non e’ impostata bene la malattia cronicizza, da qui l’importanza della medicina integrata che associa rimedi naturali riequilibrando la pelle e l’organismo intero.

L’argento colloidale è un ottimo alleato nella battaglia contro la Malassezia e sono stati formulati prodotti specifici per contrastare questa malattia.

Per un cane che presenti Malassezia localizzata nelle orecchie con cerume maleodorante e infezione del padiglione consigliamo l’utilizzo del prodotto per la pulizia CLUSAN. MICROMED CLUSAN è un prodotto specifico per la pulizia di orecchie con molto cerume, per la cura di otiti esterne, necrosi ai bordi delle orecchie, malassezia, malattie batteriche delle orecchie e come coadiuvante in caso di cure con farmaci.

Se l’infezione da Malassezia è estesa al corpo del vostro cane consigliamo bagnetti settimanali (per almeno un mese) con SHAMPOO NEUTRO all’argento colloidale, e una cura quotidiana del pelo e della pelle con GUANTO agli ioni d’argento inumidito con ACQUA D’ARGENTO e zolfo. La CREMA agli ioni d’argento può essere utilizzata localmente per lenire i pruriti, le infiammazioni gravi e ammorbidire la pelle.

Per qualsiasi informazione in merito ai prodotti e al loro utilizzo scriveteci una mail: info@pimpmypug.it

Fortunatamente, le infezioni da Malassezia non sono contagiose, ma servirà molto impegno per portare a completa guarigione il vostro cane.

PREVENZIONE

Se il vostro carlino non presenta Malassezia è bene comunque prevenire l’infezione con una cura quotidiana. Lo Shampoo all’avena colloidale è un valido aiuto per mantenere la pelle sana, lenire la pelle e le infiammazioni e togliere il prurito.

Se si notano zone dove il cane è particolarmente pruriginoso o irritato, utilizzate la CREMA agli ioni d’argento, lenitiva della pelle, allevierà rapidamente il prurito e il cane smetterà di grattarsi.

Può essere un lavoro duro, ma controllare ogni giorno la pelle del vostro carlino può essere un buon modo per evitare il proliferare della Malassezia.

1 Comment

1 Commento on Carlini e malassezia, come affrontarla

  1. Tacconi Francesco
    2 maggio 2016 at 9:15 (1 anno ago)

    Buon giorno:
    sto leggendo sul vostro sito il problema della malattia del cane “la malassezia, io sono in possesso di un barboncino che ha questa patologia diagnosticata dal veterinario, mi ha prescritto una pasticca “mizoral” ad uso umano, in farmacia mi ha detto che non è più in produzione e il veterinario mi ha consigliato di prendere lo shmpo.
    E’ adatto a questo tipo di patologia? Si lecca molto le zampette e si gratta molto, anche le orecchie, addirittura esternamente sono diventate tutte nere, e alcune macchie nere si notano in vari punti del corpo.
    All’interno delle orecchie si nota del cerume e vi chiedo se questo CLUSAN è adatto. Oppure consigliatemi voi.
    Cordiali saluti

    Francesco Tacconi

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>