Colorazioni riconosciute e non

| CARATTERISTICHE

79569784b6fa96e20f7e6fb36372c902Il perfetto colore del mantello nei Carlini è stato a lungo fonte di polemiche. Inizialmente gli unici colori accettati erano: argento, albicocca, fulvo e nero, alcuni arrivarono a dire che un Carlino di un colore diverso dai quattro citati non era di razza pura.

Altri, invece, arrivarono a dire che non è il colore che rende unico il Carlino, ma le marcature; questo è il caso di un giudice molto importante nella storia del Carlino, James W. Trullinger.

Le colorazioni più comuni sono:

17. carlino fulvo:sabbiaFULVO o SABBIA (mantello smutty/sale pepe)

I Carlini fulvi, quando nascono, sono piuttosto scuri. Man mano che crescono la loro colorazione si diffonde e si alleggerisce fino a che non si presenta come un tipico colore fulvo all’età di circa 1-2 settimane. Hanno maschera e orecchie nere, e una traccia scura lungo la schiena. Questo è il colore più comune nei Carlini.

 

17. carlino albicoccaALBICOCCA

Ci sono poi colorazioni più o meno intense, come il caratteristico color Albicocca che conferisce al pelo una particolare colorazione arancione-gialla intensa.

I Carlini albicocca appena nati hanno la stessa colorazione dei fulvi. La loro tonalità arancio non appare fino a quando non iniziano a crescere e a maturare. A circa 2-4 settimane di età, se si avvicina un cucciolo fulvo a un cucciolo albicocca si può vedere chiaramente la differenza.

L’albicocca è disponibile in diverse tonalità da un colore ricco scuro quasi come un centesimo, fino ad un colore morbido e cremoso con note della tonalità arancione. Hanno maschera e orecchie di un nero scuro.

 

17. carlino neroNERO

I Carlini neri sono neri fin da appena nati. Alcuni possono avere piccole macchie bianche sul petto e sulle dita dei piedi, se nati da genitori non neri. Il Carlino nero definito per lo standard AKC ha la pelle nere e non ha macchie bianche.

 

Colorazioni non riconosciute dallo standard:

Secondo alcuni autori, la presenza di colori rari potrebbe essere spiegata col fatto che i vari colori del mantello sono presenti nella genetica dei Carlini, ma che solo alcune combinazioni producono questi colori rari. Secondo altri, sono solo il frutto di manipolazioni genetiche, di strani incroci creati da alcuni allevatori.

17. carlino argentoARGENTO-GRIGIO

Questi Carlini, quando nascono, sono molto scuri, di un grigio quasi nero ed entro le prime settimane si schiariscono mostrando la tipica maschera nera e la traccia scura sul dorso.

 

17. calino biancoBIANCO – LEUCISTA

I Carlini bianchi, detti anche Leucisti, non devono essere confusi con i Carlini Albini che mancano di pigmentazione.

I Carlini bianchi presentano una colorazione quasi completamente bianca, con una porzione della mascherina nera e gli occhi possono assumere il tipico colore castano o essere azzurri.

 

17. Albin_PugBIANCO-ALBINO

Sono completamente bianchi ed hanno il naso rosa e gli occhi rossi. I cani albini (di tutte le razze), sono geneticamente considerati meno sani rispetto ai loro omologhi di colore più scuro e potrebbero produrre cuccioli sordi, o essere sordi essi stessi.

 

 

d55111175c6a6b05e24cf8f08305478b

TIGRATO

Vi sono poi i Carlini striati, o tigrati, che presentano bande di colori alterni (la combinazione più comune è fulvo-nero).







3 Comments

3 Commenti on Colorazioni riconosciute e non

  1. sue
    26 novembre 2014 at 13:16 (3 anni ago)

    I AM a Pug-person. I’ve NEVER been without one! But I would like to know a breeder(s) who breeds these colors! PLEASE, if you can, send info to me. Thanks

    Rispondi
    • Simona
      26 novembre 2014 at 18:12 (3 anni ago)

      Dear reader,
      Thanks for your interest, is always looking for good breeding but, for now, we have news only for those Italians. I hope to publish soon farms from around the world.

      Rispondi
  2. alfredo
    2 giugno 2016 at 12:56 (1 anno ago)

    Voglio acquistare un cucciolo (sano) di carlino per la mia famiglia,ma purtroppo desidererei possibilmente di colore quasi giallognolo sfuocato ma non lo trovo cosa devo fare? ciao

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>