Pulizia e cura delle rughe del carlino

| CURA

muso carlino rugoso

Gran parte di ciò che rende i Carlini così carini sono le loro rughe! Dopo tutto, un Carlino senza grinze cosa sarebbe? Dalla punta della sua piccola coda sinuosa fino al naso, è un cane piuttosto unico.  Tutta quest’unicità richiede un po’ di cura al fine di mantenere l’animale sano e felice.

Le rughe del Carlino sono situate intorno alla fronte e al naso, siccome il suo volto è piuttosto piatto, esse sono regolarmente a contatto con la sporcizia, il cibo e tutto il resto. Alcune pieghe sono abbastanza profonde e ciò significa che potrebbero sudare e far scaturire cattivi odori.

400_limpando_dobrinhaProprio per questo le pieghe vanno quotidianamente pulite e controllate, per evitare che diventino umide e si venga a creare l’ambiente ideale per lo sviluppo di piodermiti superficiali, che si manifestano con arrossamenti e presenza di cattivo odore.  L’obiettivo principale è quello di sgombrare il cibo, la sporcizia e l’umidità in eccesso.

Per una corretta pulizia è necessario utilizzare un prodotto specifico che sia antibatterico e antifungino, come ad esempio Micromed Siliquid all’argento colloidale. E’ un gel spray molto pratico, un antibatterico ad ampio spettro i cui utilizzi sono molteplici:

  • Rigenera la pelle
  • Protegge dalla disidratazione
  • Aiuta a guarire le ferite, efficace contro ustioni e malattie fungine della pelle
  • Toglie il prurito anche in caso di punture d’insetti

L’argento colloidale elimina l’enzima che è necessario per il metabolismo dell’ossigeno (e quindi la sopravvivenza) di tutti i funghi, batteri e virus.

Alcune persone preferiscono usare salviette per neonati o per animali durante la pulizia, noi le sconsigliamo in quanto non sono prodotti antibatterici e sono troppo umide.

Alla fine della pulizia assicuratevi sempre che non vi sia umidità all’interno della piega, altrimenti asciugate in modo accurato. In caso le pieghe risultino arrossate e fortemente irritate, vi consigliamo l’utilizzo, in concomitanza con Siliquid, della Crema agli ioni d’argento. Questa crema contiene argento colloidale ed estratto di calendula. Gli oli vegetali spremuti a freddo stabilizzano la funzione di barriera della pelle e prevengono l’inaridirsi della stessa. Vitamina E naturale e la provitamina B5 favoriscono la rigenerazione delle cute. La pelle curata con la crema all’argento diventa morbida, elastica e resistente ai fattori esterni. Una crema con l’argento colloidale può aiutare nella guarigione da ferite generiche, dal prurito, dalle punture di insetti, dalle ustioni, foruncoli, malattie fungine della pelle, eczema.

4 Comments

4 Commenti on Pulizia e cura delle rughe del carlino

  1. maurizio
    1 dicembre 2016 at 12:15 (7 mesi ago)

    Grazie dell’informazione

    Rispondi
  2. maurizio
    1 dicembre 2016 at 12:16 (7 mesi ago)

    Un buon articolo

    Rispondi
  3. Alessio cecilia
    9 aprile 2017 at 10:24 (3 mesi ago)

    La clorexidina mi può aiutare nel caso Delle pieghe facciali?

    Rispondi
    • Simona
      9 aprile 2017 at 22:14 (3 mesi ago)

      La clorexidina è un buon disinfettante ma risulta spesso troppo aggressivo o addirittura inefficiente per la pulizia delle rughe del carlino. Noi consigliamo i prodotti all’argento colloidale perchè molto delicati e soprattutto naturali.

      Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>